• 2012/11/25 Franzoi e Bertolini (SELLE ITALIA - GUERCIOTTI) Dominano a Brugherio
    • Franzoi e Bertolini (SELLE ITALIA - GUERCIOTTI) Dominano a Brugherio Franzoi e Bertolini (SELLE ITALIA - GUERCIOTTI) Dominano a Brugherio Franzoi e Bertolini (SELLE ITALIA - GUERCIOTTI) Dominano a Brugherio

      Gli specialisti del ciclocross hanno disputato a Brugherio, in Lombardia, la terza prova del Giro
      d’Italia. E’ andata esattamente come nelle prove precedentemente disputate a Paterno (Basilicata)
      e Pezze di Greco (Puglia): Enrico Franzoi ha trionfato nella gara open, Gioele Bertolini fra gli
      juniores. E così quella al parco del Lago Increa di Brugherio è diventata un’altra domenica trionfale
      per la Selle Italia – Guerciotti – Elite. Enrico e Gioele in classifica generale hanno incrementato il
      vantaggio sugli avversari più pericolosi. Le maglie rosa che indossano i due vessilliferi di Guerciotti
      brillano ora con maggiore intensità.
      Non è stata una giornata facile, soprattutto per Enrico Franzoi, che questa mattina si è alzato alle
      4, 30. Ieri Enrico ha disputato la prova di Coppa del Mondo in Belgio. “Ieri sera – ha spiegato
      Enrico – nel post gara non sono riuscito a salire sull’ultimo aereo per Milano, e così sono partito
      questa mattina da Charleroy. Nella prima parte della corsa lo stress l’ho pagato enormemente”.
      Non è stato difficile solo per la levataccia: “Il circuito del Lago Increa – ha proseguito il trevigiano
      della Selle Italia Guerciotti – non è adatto a me, ha numerose curve, c’è da rilanciare troppe volte il
      mezzo, e pur non avendo piovuto era sdrucciolevole”. Elite e under hanno percorso 10 giri.
      Inizialmente è fuggito Elia Silvestri, anch’egli della Selle Italia – Guerciotti – Elite, e Franzoi ha
      costituito col temibile Tabacchi un tandem di immediati inseguitori. “Verso metà corsa ho avvertito
      ottime sensazioni e così ho staccato Tabacchi e raggiunto Silvestri”. La coppia di patron Paolo
      Guerciotti ha entusiasmato il pubblico del laghetto di Brugherio. Nel finale Franzoi ha distanziato il
      bravo Silvestri, ottimo secondo. “Per me – ha ribadito Franzoi, classe ’82, alla seconda stagione in
      maglia Selle Italia Guerciotti – è stata più dura che a Pezze di Greco”.
      Lo junior Bertolini si è imposto davanti a Nadir Colledani e il terzo posto di Manuel Todaro ha
      impreziosito il successo della Selle Italia – Guerciotti – Elite a Brugherio. “Per me – ha garantito
      Bertolini, classe 1995, anch’egli alla seconda stagione invernale da alfiere di patron Guerciotti –
      non ci sono state differenze rispetto a Pezze di Greco. Ho trasformato la terza prova del Giro in
      una cronometro individuale perché in vista dei confronti internazionali, soprattutto dei Mondiali
      negli Stati Uniti, devo migliorare il rendimento in partenza. Poiché ogni corsa in Italia per me è un
      test di preparazione spingo sempre sull’acceleratore anche se il mio vantaggio sugli avversari è
      consistente. Rispetto alle gare di ottobre mi sento molto migliorato e la mia condizione è ancora in
      crescita”. Gli juniores hanno percorso 6 giri in tutto. Gioele prima di completare la terza tornata era
      già solo al comando e ci è rimasto fino al termine della corsa. Relativamente al palmares di Gioele,
      oggi ha vinto per la terza volta attorno all’Increa.
      A Brugherio naturalmente hanno corso pure le esponenti del gentilsesso, con vittoria di Vania
      Rossi ( Esercito ) ; seconda si è classificata Francesca Cucciniello, bionda della Selle Italia –
      Guerciotti – Elite, davanti alle compagne di squadra Alice Arzuffi e Elena Valentini. Da notare che
      Arzuffi e Valentini durante la settimana hanno partecipato al ritiro collegiale con la Nazionale di
      ciclocross in Abruzzo alle dipendenze del ct Fausto Scotti.